Lo yoga un alleato sempre a disposizione

 

 

La gravidanza, momento di grandi cambiamenti nella vita di una donna, può essere supportata dallo yoga. La respirazione, le posizioni e le visualizzazioni di questa disciplina offrono un aiuto quotidiano alla madre, dal momento del concepimento fino al parto e oltre.

Pratico da quando avevo diciannove anni e, sin dall’inizio questa disciplina mi ha affascinata per la sua semplicità. Con pochi esercizi e un giusto atteggiamento di consapevolezza è possibile cambiare il corso della giornata.

Da insegnante ho potuto osservare l’effetto dello yoga su molte persone con vissuti diversi e ho applicato questa esperienza direttamente nella mia pratica personale anche in quei nove mesi dove una nuova vita cresceva dentro di me.

È stato un momento davvero speciale dove ho riscoperto nello yoga quel sostegno capace di agire in profondità ma allo stesso tempo con delicatezza.

La pratica dello yoga si rivela un aiuto concreto alla donna in quella fase di trasformazione totale del corpo, della psiche, delle emozioni, dell´atteggiamento verso la vita.

In particolare mi ha aiutata molto l´attenzione alla respirazione, uno degli elementi fondamentali dello yoga. La consapevolezza nell´ascolto dell´aria che entra ed esce dal nostro corpo, può essere applicata da subito, senza controindicazioni.

Tra i molti benefici dello yoga prenatale, quello per me più importante è il potersi mettere in contatto con il bambino. Si crea un legame profondo anche solo a fermarsi, sedersi, iniziare ad ascoltare il proprio respiro e a immaginare di inviare luce e amore alla vita che sta crescendo dentro di noi.

Lo yoga sostiene anche nell´aspetto psicologico agevolando una buona preparazione fisico-emotiva ad uno dei momenti più esplosivi nella vita di una donna: il parto (ma approfondirò questo argomento in un altro articolo).

Fare yoga durante la gestazione aiuta inoltre a rendere forti i muscoli e a tenere sotto controllo i possibili dolori alle gambe e alla schiena, che spesso sono inevitabili quando il bambino diventa più grande e pesante. Gli esercizi permettono di controllare la postura, tenendo sempre il corpo ben allineato proprio in base ai cambiamenti in corso.

E nel caso non si riesca a praticare direttamente con il corpo, a causa di dolori o fastidi, lo yoga può aiutare anche solo con semplici visualizzazioni.

É giusto ricordare che, se non si è mai praticato prima, è bene chiedere consiglio alla propria ostetrica e al proprio medico di fiducia, nonché affidarsi ad un´insegnante con esperienza di yoga in gravidanza.

Ogni futura madre può attingere dallo yoga per prendere ciò di cui ha più bisogno.

Quindi se sei in dolce attesa non esitare, srotola il tappetino o siediti su un grande cuscino e comincia la pratica.

L. Bugatti Insegnante Yoga EFOA, specialista in yoga della maternità e dell’infanzia

www.yogacristallo.it

Lascia un commento