Bambini e natura: un’accoppiata perfetta! (seconda parte)

0
39

cfr.https://maternita360.it/bambini-e-natura-un-accoppiata-perfetta/

Oggi parliamo nuovamente con Simona del rapporto imprescindibile tra bambini e natura! il tema della tutela dell’ambiente è ampio, delicato e complesso, ma anche nella quotidianità genitori ed insegnanti possono fare tanto per sensibilizzare i bambini. In concreto quali sono le proposte, i suggerimenti, le abitudini che è possibile promuovere già nei piccoli?

Il primo e prioritario campo d’azione per salvaguardare il pianeta è proprio la quotidianità! I piccoli, grandi gesti della vita di tutti i giorni sono quelli che si rivelano essere i più impattanti sulla natura.

Il miglior insegnamento che genitori ed insegnanti possono dare ai bambini è l’esempio infatti, come dice il maestro Yoga indiano Sadhguru “i bambini non ti ascoltano. Ti osservano.”

I bambini sono portati ad emulare e ripetere gesti e comportamenti soprattutto se si tratta di persone che considerano punti di riferimento: evitiamo di disperdere i rifiuti nell’ambiente, di lasciare le lucci accese, o i rubinetti dell’acqua aperti senza motivo. La sensibilizzazione dei più piccoli è una pratica che va seguita ogni giorno con pazienza e costanza in modo che il gesto diventi un’abitudine virtuosa. Andare a fare la spesa insieme ai bambini può diventare un’occasione importante per leggere insieme le etichette, capire cosa sono i prodotti bio e a KM 0, scegliere articoli senza packaging di plastica. Quando usciamo evitiamo, quando possibile, di usare sempre la macchina, in questo modo i bambini si renderanno conto che esistono altri modi per spostarsi come i mezzi pubblici, o anche solo una bella passeggiata salutare per se stessi e per la natura!

Potresti suggerirci qualche attività concreta, associazione che organizza iniziative interessanti e significative da proporre ai bambini?

Moltiplichiamo le occasioni del bambino per stare all’aria aperta senza mezzi tecnologici, restituiamo al bambino il tempo per stare soli con se stessi. Cerchiamo di creare occasioni per favorire un’alleanza, un’amicizia  tra bambino e natura, aiutiamoli a sviluppare quello sguardo empatico sulla realtà.

Qualsiasi contatto, anche non necessariamente strutturato, che sia una passeggiata nel bosco o nel parco del Ticino, una biciclettata, una gita fuori porta, un’uscita serale nel giardino a osservare le stelle, possono trasformarsi in un’esperienza significativa ed ecologica per i bambini. In questi momenti si stimola la loro curiosità, il loro senso della scoperta, la loro sete di conoscenza, il loro spirito di osservazione. Una bella idea è quella di regalare loro un taccuino, che potrà diventare un fedele compagno di avventura durante le loro esperienza green, in cui potranno disegnare ciò che vedono, annotare le loro osservazioni e scoperte, i loro incontri. E’ importante insegnare il giusto approccio per entrare in contatto con gli animali e la natura, con silenzioso rispetto e garbo, in punta di piedi, sentendosi ospiti e non padroni.

Una bellissima iniziativa per fare sentire i bambini voce e parte attiva nella tutela dell’ambiente, è quella di partecipare insieme alle giornate di pulizia dell’ambiente organizzate da associazioni quali Green Peace, Lega Ambiente, Sea Shepard, per citare quelle a me più vicine. Come ci insegna Greta Thunberg non si è mai troppo piccoli per fare la differenza.

 

Per finire vorrei consigliere due libri e un film pieni di spunti utili e di grande ispirazioni per grandi e piccini:

Per i bambini “Fiabe per i custodi del pianetadi Franco Berrino (Autore), D. Costa (Illustratore)

Per i genitori “Lasciateli giocare con gli orsi. Come far conoscere ai nostri figli la natura. Una guida coraggiosadi Peter Brown Hoffmeister

Film: “Sulle ali dell’avventura” di Nicolas Vanier

 

Laura Pelizzola      laura.pelizzola@libero.it

Funzionario della professionalità pedagogica presso il Ministero della Giustizia

 

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here