L’allattamento al seno (Parte seconda)

LA POPPATA

Durante la poppata è molto importante assumere una posizione comoda, che consenta un buon rilassamento muscolare. La posizione classica è quella in cui la mamma allatta da seduta appoggiandosi ad un cuscino, con il bambino posto trasversalmente contro il suo busto ed il viso del bambino di fronte al seno. Il bambino avrà una suzione efficace se riuscirà a comprimere con la lingua la zona dell’areola, svuotandone aritmicamente il contenuto; la mamma percepirà come una piccola contrazione.

Per fare questo è necessario che il bambino introduca in bocca buona parte dell’areola.

ALLATTAMENTO A RICHIESTA

Allattare a domanda significa lasciare al bambino libero accesso al seno, anche molte volte al giorno. L’allattamento a domanda è il sistema naturale attraverso il quale il bambino stimola un’offerta materna di latte adeguata alle sue esigenze nutritive. Infatti più latte viene rimosso dal seno e più latte viene prodotto. E’ consigliabile allattare il bambino ai primi segnali di fame e, fino a quando l’allattamento non si è stabilizzato, rispettando un minimo intervallo di due ore tra una poppata e l’altra.

Per capire se il bambino ha mangiato abbastanza, non è necessario pesarlo prima e dopo la poppata.

E’ sufficiente osservare come succhia, sentirlo deglutire ed allattarlo fino al momento in cui appare soddisfatto. Inoltre dalla 4° giornata di vita se il bambino bagna 5-6 pannolini al giorno, significa che riceve latte a sufficienza.

Se si conduce l’allattamento a richiesta, dopo le prime settimane la produzione di latte si “calibra” sulle richieste del bambino ed è normale che il seno appaia più “morbido” perché il bambino diventa più efficiente nel drenarlo

SE TI SEMBRA DI AVERE POCO LATTE

  • riposa il più possibile
  • allatta ogni volta che il tuo bambino lo richiede
  • bevi ogni volta che hai sete
  • telefona a chi ti può aiutare o incoraggiare
  • concediti ogni giorno uno spazio per rilassarti
  • incontrati con le altre mamme che allattano al seno
  • difenditi dalle persone che ti trasmetto ansia e insicurezza
  • ricordati che la suzione stimola la produzione del latte
  • prendi tisane galattogene su consiglio della tua ostetrica

 ALIMENTAZIONE MATERNA DURANTE L’ALLATTAMENTO

La dieta di una donna che allatta deve essere facilmente digeribile, ricca di vitamine e di sostanze minerali e completa dal punto di vista qualitativo. Deve essere variata senza nessun eccesso per nessun alimento.

Non è possibile fare diete durante l’allattamento.

E’ inoltre molto importante bere in abbondanza.

La nicotina, le sostanze alcoliche e le sostanze eccitanti (caffè, thè…) a dosi eccessive, oltre a inibire la montata lattea e a ridurre la produzione giornaliera di latte, passano facilmente nel latte con possibili effetti negativi sul neonato.

cfr. Allattamento al seno (Parte prima)

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento