Il coronavirus in gravidanza: cosa si sa fino ad ora

In una situazione di emergenza nazionale come quella dichiarata in questi ultimi giorni, vogliamo aiutare a fare chiarezza su questo misterioso nuovo coronavirus. Questo articolo ha dunque lo scopo di informare nel miglior modo possibile tutte le future mamme che ad oggi stanno vivendo uno stato di apprensione nei confronti del piccolo che portano in grembo.

Iniziamo con lo spiegare brevemente cos’è il patogeno che causa grande timore in questi giorni: il virus che causa l’attuale epidemia di coronavirus è stato chiamato “Sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 2” (SARS-CoV-2) e la malattia causata da questo nuovo coronavirus ha un nome: “COVID-19” (dove “CO” sta per corona, “VI” per virus, “D” per disease e “19” indica l’anno in cui si è manifestata ossia il 2019). La polmonite COVID-19 è stata segnalata per la prima volta a Wuhan, nella provincia di Hubei, in Cina, nel dicembre 2019. Trattandosi di una patologia altamente infettiva, l’epidemia in corso è stata dichiarata dall’OMS come un’emergenza sanitaria pubblica globale.

Il sito del Ministero della Salute definisce questo tipo di virus come segue: “i coronavirus sono una vasta famiglia di virus noti per causare malattie che vanno dal comune raffreddore a malattie più gravi come la Sindrome respiratoria mediorientale (MERS) e la Sindrome respiratoria acuta grave (SARS). Sono virus RNA a filamento positivo, con aspetto simile a una corona al microscopio. Come altre malattie respiratorie, l’infezione da nuovo coronavirus può causare sintomi lievi (raffreddore, mal di gola, tosse e febbre), oppure sintomi più severi  (polmonite e difficoltà respiratorie). Raramente può essere fatale. Le persone più suscettibili alle forme gravi sono gli anziani e quelle con malattie pre-esistenti, quali diabete e malattie cardiache.

Non sono riportati dati scientifici sulla suscettibilità al virus delle donne in gravidanza, anche se la gravidanza comporta cambiamenti del sistema immunitario che possono aumentare il rischio di contrarre infezioni respiratorie virali, tra cui quella da SARS-CoV-2. Infine, ad oggi, non sono riportati dati scientifici sugli effetti di COVID-19 durante la gravidanza”.

Una delle domande che può insorgere in una futura mamma è la seguente: le donne che in gravidanza contraggono la patologia COVID-19 possono trasmettere il virus al feto? A questo proposito in letteratura possiamo trovare uno studio molto recente pubblicato sulla prestigiosa rivista “The Lancet Respiratory Medicine” che ha studiato le caratteristiche cliniche di 9 donne al terzo trimestre di gravidanza, tutte affette da COVID-19. I dati generati da questo studio indicano che le caratteristiche cliniche della polmonite COVID-19 in queste donne sono simili a quelle riportate per i pazienti adulti non in gravidanza; inoltre, i risultati ottenuti suggeriscono che attualmente non ci sono prove di infezione intrauterina causata dalla trasmissione verticale nelle donne che sviluppano polmonite COVID-19 nella tarda gravidanza. Questo significa che bambini nati da madri con COVID-19 non sono risultati positivi al virus. Inoltre, il Ministero della Salute comunica che il SARS- CoV- 2 non è stato rilevato nel liquido amniotico.

Alla luce delle evidenze che abbiamo riguardanti questo nuovo coronavirus, è importante ricordare che è consigliato per tutti e in particolare per le donne in gravidanza, intraprendere le normali azioni preventive per ridurre il rischio di infezione, come:

lavare bene e frequentemente le mani (con un lavaggio che deve andare dai 15 ai 30 secondi);

evitare luoghi troppo affollati (idealmente bisognerebbe stare a una distanza di circa 2 metri da un altro individuo per essere protetti da un possibile contagio);

tossire e starnutire nella piega del gomito e non sulle mani;

– evitare contatti con persone potenzialmente infette.

In una situazione come quella che stiamo vivendo attualmente a livello italiano e globale, vi invitiamo a consultare solo fonti attendibili come il sito dell’OMS, del Ministero della Salute o gli articoli pubblicati su riviste indicizzate.

Le informazioni contenute in questo articolo provengono da due fonti principali:

http://www.salute.gov.it/portale/malattieInfettive/dettaglioFaqMalattieInfettive.jsp?lingua=italiano&id=228

  • Chen H. et al., Clinical characteristics and intrauterine vertical transmission potential of COVID-19 infection in nine pregnant women: a retrospective review of medical records. The Lancet Respiratory Medicine – Published: February 18, 2020

https://www.thelancet.com/action/showPdf?pii=S0140-6736%2820%2930360-3

Alice Dassano, PhD in Life and Biomolecular Sciences